ENPAM: 50 milioni che ora valgono poco più di 4 (forse meno…)
pubblicato il 31/01/2018
 

ENPAM: 50 milioni che ora valgono poco più di 4 (forse meno…)

 

 

 

Franco Picchi

 

Pietrasanta, Italia

 

29 gen 2018 — 

Egregi Colleghi,
ENPAM acquista nel 2013 50 milioni € di quote del Fondo HB.
Già a fine 2013 valgono solo circa 39 milioni €…
Nel 2014 le svaluta di oltre il 50% a 24,6 milioni.
Nel 2015 valgono poco più di 11 milioni, ancora oltre il 50% di svalutazione...
2016 , ancora svalutazione oltre il 50%, valgono circa 5,2 milioni.
Al 30 giugno 2017 (dati Beni Stabili SGR) sembra che valgano circa 4,2 milioni.
Eppure sembrava un grande affare…
A fine 2012 viene proposto ad ENPAM l’acquisto di quote del Fondo HB.
ENPAM chiede a Pricewaterhouse Coopers SpA una consulenza e poi delibera l’acquisto.
Il gruppo Parsitalia , detentore delle quote, offre ancora più quote a condizioni ancora migliori.
Il consulente, di nuovo interpellato da ENPAM, sembra che “prospetti” così la “possibilità” di ottenere un rendimento minimo del 10%...
ENPAM ridelibera e compra 127 quote a 393.700,79 l’una, per 50 milioni €.
Beni Stabili valorizza, a fine 2012, tali quote a 508.800 €.
Il fondo HB, gestito da Beni Stabili Gestioni Spa SGR, ha per oggetto la valorizzazione di una serie di iniziative residenziali in Roma, conferite e vendute al fondo proprio dal Gruppo Parsitalia.
Come mai un prezzo così “conveniente” proposto addirittura da chi effettua i progetti immobiliari del Fondo HB stesso?
A fine 2012 Parsitalia aveva debiti per circa 900 milioni €, con un indebitamento finanziario di quasi 400 milioni €.
Uno zombie, in un periodo di crisi profonda del mercato immobiliare…
Parsitalia, nonostante i 50 milioni € ottenuti dall’ENPAM è crollata nel 2017 sotto centinaia di milioni di debiti.
http://www.lavocedellevoci.it/2017/08/13/stadio-di-roma-il-crac-dei-parnasi-e-il-disco-rosso-dei-trasporti/
Il Collegio Sindacale ENPAM nella relazione al bilancio consuntivo 2016 scrive che il fondo “nonostante il piano industriale di ristrutturazione del debito e di rilancio, del quale non si conoscono le ultime iniziative intraprese, continua a perdere valore……..In merito, andrebbero attentamente rivalutate le concrete possibilità di realizzazione del piano, che, per quanto di conoscenza, attualmente alle prese anche con la fase delle autorizzazioni comunali”
Franco Picchi
Pietrsanta LU

 

Greenteam © 2012 | Privacy Policy